Piccolo teatro dei ciliegi Capoterra, Per una biografia della fame, con Le brugole

Direttamente da Zelig Off e dalla trasmissione Bambine cattive di Comedy Central, arriva al Piccolo Teatro dei Ciliegi – a Poggio dei Pini, Capoterra – la compagnia “Le brugole” con lo spettacolo teatrale “Per una biografia della fame” – vincitore del primo premio “La città infinita 2014”. Appuntamento per sabato 31 gennaio alle 20.30 e domenica 1 febbraio alle 18. C’è una novità: pagate solo se ti piace lo spettacolo.
Per prenotazioni  070726038–3343808977– anfiteatrosud@gmail.com – www.anfiteatrosud.com

La Compagnia Le Brugole, di Milano, è ospite della prima residenza al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI (Poggio dei Pini – Capoterra) dal 16 gennaio al 2 febbraio 2015 nell’ambito del progetto “La città infinita – Quando la periferia diventa il centro”.
Come già sperimentato con successo durante la prima residenza, l’ingresso allo spettacolo sarà gratuito con un’uscita con offerta “a cappello” da parte degli spettatori che avranno apprezzato il lavoro. In questo modo vogliamo consentire a chiunque di vedere tutti gli spettacoli de “La Città Infinita”, lasciando che sia il pubblico a sostenere gli spettacoli che più ha gradito.

Anfiteatro Sud è l’unica realtà Sarda e del Centro/Sud Italia a beneficiare di un contributo nell’ambito del progetto Funder35 – il fondo per l’impresa culturale giovanile creato da ben 10 fondazioni bancarie, tra cui la Fondazione Banco di Sardegna.

“La città infinita – Quando la periferia diventa il centro” è un programma di residenze artistiche internazionale rivolto a gruppi giovani e giovanissimi, di cui abbiamo selezionato il progetti per curarne la produzione. Le residenze sono ospitate nell’area urbana di Capoterra, dove disponiamo di uno spazio teatrale: il “PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI”.

In questo modo vogliamo incentivare e qualificare le nuove produzioni di giovani nei settori della musica, del teatro, della scrittura creativa, della danza, della fotografia e delle arti visive sul tema de “LA CITTÀ INFINITA”, promuovendo lo scambio tra artisti e territorio: il progetto di residenze sarà, infatti, accompagnato da una serie di attività collaterali dislocate tra Capoterra, Cagliari e hinterland.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *