Giovedì 12 febbraio 2015 alle ore 17:30, si terrà presso la Biblioteca universitaria di Sassari
(via Enrico Costa 57 – Piazza Fiume), la presentazione del volume

Le inquietudini nordiche di un pittore nella Sardegna del Cinquecento

di Maria Vittoria Spissu
pubblicato dalla casa editrice Il Poligrafo (Padova, 2014)

La presentazione si aprirà con i saluti di Ivano Spallanzani, presidente della Banca di Sassari e di Lucio Panti, direttore generale della Banca di Sassari, mentre introdurrà le relazioni Maria Rosaria Manunta, direttrice della Biblioteca Universitaria di Sassari.
Interverranno Rafael Cornudella i Carré (Università Autonoma di Barcellona), Antonello Mattone (Università degli Studi di Sassari) e Alma Casula (Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari). Coordinerà Caterina Limentani Virdis, già ordinario di Storia dell’Arte Moderna, presso l’Università di Padova e l’Università di Sassari.

Il volume è interamente dedicato alla personalità artistica più enigmatica e inquieta del Cinquecento in Sardegna, il Maestro di Ozieri, autore di drammatici quanto lirici retabli, le cui tavole dipinte si conservano a Sassari, Ozieri, Benetutti, Ploaghe, Cannero, Stoccarda. Il libro ricostruisce il contesto storico dell’Isola del tempo, dando inoltre ampio spazio alla raffigurazione dei paesaggi e all’utilizzo delle incisioni. Il volume mette in relazione il pittore con i motivi figurativi e i modi stilistici circolanti all’interno dei dominî di Carlo V, nell’ambito di un «Mediterraneo allargato» all’Europa del Nord, per cui invenzioni germanofone e vedute “alla fiamminga” giungono, grazie al Maestro di Ozieri, fin sugli altari sardi.

L’autrice è dottore di ricerca in Storia dell’Arte Moderna all’Università di Bologna, dove è stata professore a contratto e borsista. Il libro è tratto dalla sua tesi di dottorato, premiata con il giudizio di eccellenza. La pubblicazione del libro è stata resa possibile grazie al generoso contributo della Banca di Sassari, mentre gli studi che hanno portato alla redazione del volume sono stati sostenuti grazie alla borsa Master & Back della Regione Autonoma della Sardegna, di cui l’autrice ha potuto beneficiare presso il Dipartimento di Scienze dei Linguaggi dell’Università di Sassari.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *