serbariuCamera Obscura
Falsosimilitudini pensate, cercate e create per  il PAS Museo Paleontologico E. A. Martel
Grande Miniera di Serbariu Carbonia

Ho trattato marmi, trachiti, ardesie e bronzi per dare corpo ad immagini consistenti con la realtà dei sogni.
La Grande Miniera di Serbariu mi ha sempre affascinato, fin da quando ho esposto alcune mie sculture in marmo nel piazzale e in una sala argani. Poi ho scoperto il Museo Paleontologico.
Per me il Museo è sempre stato il luogo della memoria. Memoria del passato per capire il presente e immaginare il futuro grazie a sensazioni forti che si avvertono maggiormente in compagnia attenta e curiosa di bambini che cercano di capire il mondo.
Il Museo significa cultura e studio. Così ho ricercato falsi verosimili e riprodotto resti che si possono immaginare in un Museo.
La falso, nelle migliori tradizioni museali, si confondono e spesso la morbidezza delle curve delle ossa antiche rimanda a forme tracciate nel marmo.
Una mia ricostruzione artistica di un gabinetto di studio di reperti falsosimili si propone di dialogare con i reperti reali. Potrebbe essere un buon strumento didattico.
Il processo alchemico funziona se il falso e il vero sono separati in una reazione che produce una positiva evoluzione della conoscenza umana.
Il pensiero dei miei nipoti mi impedisce di vedere il Museo come deposito di storie morte ma piuttosto come fonte di spunti di creatività. Non un luogo triste, ma, con voli di farfalle e pesci esotici, un esempio di allegria dove la fantasia rende vivaci animali impagliati sognanti nell’eternità.
Anna Saba 2015

note: La mostra inaugura venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 11
e sarà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 18 tranne il lunedì

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *