Anna FigusAnna Figus all’avanguardia per l’epoca nella difesa delle giovani emarginate: è il tema di una conferenza che lunedì 23 febbraio alle 17.30 terrà don Eugenio Cocco, parroco di Samassi e cappellano delle suore della Redenzione di via Fossario a Cagliari. Sede dell’incontro: Gli amici del libro presso l’Ostello della gioventù alle scalette del santo Sepolcro 3.

L’epoca presa in esame è quella di oltre un secolo fa quando Anna Figus, con grande dedizione e passione, si occupava di giovani sbandate, le assisteva e le aiutava. Don Cocco ripercorrerà le tappe di una figura esemplare che gli Amici del libro ripropongono all’attenzione della società civile.

Un po’ di storia

La congregazione delle suore della Redenzione fu fondata da Anna Figus: visitando il reparto celtico della clinica dermosifilopatica di Cagliari, incontrò un gruppo di ex prostitute e iniziò a progettare un’opera per il loro recupero.
Il 6 aprile 1935, presso la casa di Nostra Signora di Bonaria di Cagliari, la Figus, insieme con tre compagne, vestì l’abito religioso dando inizio alla congregazione.
La prima filiale fu aperta nel 1939 e nel 1949 si ebbe la prima fondazione fuori dalla Sardegna (Villa Mater Admirabilis a Roma, dove l’anno successivo fu trasferita la casa generalizia); nel 1976 le suore iniziarono a dedicarsi all’apostolato in terra di missione (India e Brasile). L’istituto ricevette una prima approvazione pontificia nel 1949 e il decreto di lode il 1º luglio 1961.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *