roberta murru 1La laurea è sempre più svalutata – sono stracolmi di dottori/commessi i centri commerciali – ma c’è chi grazie a una tesi ben confezionata non solo ha trovato lavoro ma si è pure creato un’impresa che in dieci anni ha aumentato la taglia aziendale a colpi del 25 per cento in più di fatturato l’anno – anche questa una notizia nell’Italia della crescita sotto lo zero – ed è presente in tutta Italia con i suoi prodotti. La protagonista di questa trama imprenditoriale è una donna sarda. Roberta Murru, classe 1983, natali a Selargius dove ha frequentato il liceo scientifico Pitagora e poi università a Bologna. La ragazza pensa, progetta e produce fragranze e profumi ma non si è laureata in chimica o farmacia ma in sociologia con la professoressa Egeria Di Nallo – insegna Teoria e tecnica delle comunicazione di massa – mentre la tesi è dedicata a ‘’Le nuove frontiere del marketing, l’olfatto protagonista’’. Tutto vero, non mancano le agenzie di comunicazione specializzate in servizi olfattivi e a Bologna si tiene Smell, il festival dell’olfatto.

Roberta però non si è limitata a coltivare il terreno sociologico ed arare quello economico, si interessa pure di neurofisiologia. ‘Sono andata oltre i confini delle materie e delle discipline che ho studiato all’Università e ho concentrato la mia attenzione sul sistema limbico cioè il centro cerebrale sede delle emozioni. Quando manifestiamo una preferenza di un colore rispetto ad un altro stiamo facendo scelte che dipendono dal nostro carattere e dalla nostra personalità. Lo stesso avviene per i profumi, uno stesso profumo può piacere ad alcuni e non ad altri’’. Queste considerazioni si sono trasformate in una ricerca sul campo che ha coinvolto 3000 persone indagando sul nesso tra colore, profumo e personalità. Intuizione che si è concretizzata prima nella tesi, poi nel business plan che ha fatto partorire la Cmv Profumi – sede a San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna – di cui Roberta è amministratore delegato.

‘’Ho conosciuto delle persone ricche di competenze nel settore del Beauty che hanno creduto in questo sogno e hanno investito con me nell’azienda. Siamo partiti con 4 fragranze e piano piano siamo cresciuti. I nostri prodotti si possono trovare in numerose profumerie italiane’’.

All’estero?

‘’Siamo una realtà giovane, il mercato è molto competitivo e servono grandi investimenti ma abbiamo partecipato ad una fiera a Mosca dove si è manifestato un certo interesse – i materiali promozionali esposti alla fiera Cosmoprof di Bologna, una delle più importanti a livello mondiale, sono tradotti in italiano, inglese e non a caso in alfabeto cirillico, ndr – Purtroppo le note questioni politiche hanno comportato degli effetti negativi sul sistema economico e monetario russo’’.

In Sardegna?

‘’Siamo presenti, per esempio a Pirri, ma è un mercato difficile soprattutto per la rete commerciale. Si occupa della Sardegna il nostro agente del Lazio ma è complicato rispetto ad altre regioni. Spero in futuro di portare avanti progetti legati alla mia terra – dove conservo legami famigliari ed interessi – anche con la valorizzazione delle nostre essenze’’.

Alla classica domanda sulla possibilità di far nascere e crescere l’azienda in Sardegna la giovane manager non mette in tavola il solito menù sulla difficoltà di fare affari nell’isola: ‘’A posteriori è molto difficile esprimere una valutazione seria. Qui a Bologna ho avuto l’opportunità di conoscere persone con grandi competenze che mi hanno permesso di partire e intraprendere questa strada. Non semplice anche qui in Emilia’’. Un percorso irto di difficoltà. Il mercato è ricco – oltre 9 miliardi di euro il fatturato annuo del settore Beauty in Italia -, ma la concorrenza è agguerrita con le storiche e potentissime grandi firme che si spartiscono la gran parte della torta che negli ultimi anni si sono sempre più ‘’messe in proprio’’ con la gestione diretta del canale distributivo e i negozi monomarca che hanno messo all’angolo le profumerie tradizionali. Problemi che non hanno fermato l’impegno e frenato la determinazione di Roberta che a partire dalla sua ricerca, sviluppata nella tesi di laurea, ha dato vita a Essenza Cromatica®. ‘’Una linea di prodotti caratterizzata da profumi personalizzati: ad ognuno il suo profumo ideale. Come funziona? Scegliendo il colore preferito si può trovare la fragranza perfetta per ciascuno. Come dimostra la ricerca, colori, profumi e personalità sono strettamente collegati’’. Una sorta di gioco che Roberta ci fa provare nel suo stand a Cosmoprof con la scelta del colore a cui associa caratteri della personalità e naturalmente l’essenza che più corrisponde. Una bella idea di marketing olfattivo che si è tradotta in impresa e lavoro. Non poco di questi tempi.

Posted by admin

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *