Si svolgerà dal 23 al 26 aprile la terza edizione del Festival del giornalismo culturale che quest’anno rafforza il suo rapporto con il territorio marchigiano. Le sedi diventano due: Urbino, dove tutto è nato, e Fano. Il 23 e 24 aprile a Urbino, nella cornice del Palazzo Ducale e del Teatro Raffaello Sanzio, e il 25 e 26 aprile a Fano nel Teatro della Fortuna e della Mediateca Montanari.

Doppia sede e offerta moltiplicata: più tavole rotonde, più eventi e più incontri con il pubblico. Questa edizione, siglata 2015, si muoverà su tre fronti: fare il punto su come la cultura viene raccontata su ciascun medium; esplorare le nuove tecniche della narrazione e dello storytelling; passare in rassegna i modi più efficaci e interessanti di fare promozione culturale.

zanchnimazzoliParticolarmente densa sarà la giornata introduttiva a Palazzo Ducale. Dopo l’intervento del rettore dell’università di Urbino, Vilberto Stocchi, dell’assessore alla Rivoluzione, cultura e agricoltura Vittorio Sgarbi, ci sarà la presentazione della ricerca sull’influenza che le tecniche di storytelling tradizionali e digitali hanno sugli utenti, a cura dei direttori Lella Mazzoli (a destra nella foto) e Giorgio Zanchini (a sinistra), introdotti da Stefano Bartezzaghi, seguirà una lectio sulla cultura di Piero Dorlfes (giornalista e critico letterario) e un dialogo tra Nicola Lagioia (scrittore) e Marino Sinibaldi (direttore Rai Radio3) su come è cambiato il modo di parlare di letteratura sui media. Come ogni anno l’inaugurazione sarà accompagnata dalla musica, a cura di Amat, e si concluderà con uno show cooking nelle Grandi Cucine di Palazzo Ducale con la food writer Elisia Menduni.

Venerdì 24 aprile a Urbino si parlerà di carta stampata e web, cercando di capire come il più antico e l’ultimo medium parlano di cultura. Tra gli ospiti: Armando Massarenti (Il Sole 24 Ore), Simonetta Fiori (La Repubblica), Massimiliano Panarari (La Stampa), Martin Angioni (Amazon Italia), Roberta Maggio (Capo Comunicazione web Palazzo Chigi), Massimo Russo (direttore Wired), Mario Tedeschini Lalli (L’Espresso).

Sabato 25 a Fano, la giornata sarà invece dedicata alla radio e alla televisione, non dimenticando però la Festa della Liberazione con ascolti e visioni dedicati al tema. Tra gli ospiti: Lorenzo Pavolini (Rai Radio3), Igiaba Scego (scrittrice), Simone Spetia (Radio24), Ernesto Bassignano (cantautore), Enrico Menduni (Università di Roma Tre), Giovanni Anversa (giornalista), Giampaolo Colletti (Communication Manager), Isabella Donfrancesco (Rai Educational).

La serata si concluderà con un evento sul cinema, altra grande novità di questa 3° edizione, curato da Giacomo Manzoli (Università di Bologna).

L’ultimo giorno, domenica 26 aprile, sarà invece dedicato alla promozione della cultura, fil rouge di quest’anno. Un’occasione, questa, per riflettere sulle politiche culturali e per un confronto tra esperienze diverse. Si parlerà dei Festival, di Capitali della cultura e di cultura ed economia. Tra gli ospiti: Andrea Ferrazzi (responsabile relazioni esterne Confindustria Belluno), Marco Ferrazzoli (capo ufficio stampa Cnr), Elena Giacchino (responsabile ufficio stampa Festival Internazionale di Ferrara), Stefano Marchegiani (Assessore alla Cultura Comune di Fano), Pietro Marcolini (Assessore alla Cultura Regione Marche, economista), Stefano Paternoster (responsabile ufficio stampa Comune di Matera), Giovanna Pierini Folesani (Università di Urbino Carlo Bo).

Il 24 aprile, inoltre, alle ore 11, avrà luogo la premiazione del concorso rivolto agli studenti delle scuole superiori della Regione Marche e ai giornalisti di età inferiore ai trentacinque anni: professionisti, pubblicisti, praticanti e studenti delle scuole di giornalismo riconosciute dall’Ordine avente come tema Con la cultura si mangia?

Il programma completo della manifestazione è consultabile su:
www.festivalgiornalismoculturale.it/programma-3/

La pagina Facebook ufficiale del Festival è: www.facebook.com/festivalgiornalismoculturale

Twitter: twitter.com/fgcurbino, mentre l’hashtag ufficiale del Festival è #fgc2015.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *