Tre giorni di cultura sarda (dal 2 al 5 ottobre) a Ostia-Lido organizzate – nella piazza Elsa Morante – dal circolo Quattro Mori col sostegno del Comune di Roma e della Regione. La manifestazione di una delle associazioni più attive di emigrati sardi giunge quest’anno alla tredicesima edizione.

Venerdì 2 ottobre alle 17 è il turno di Neria de Giovanni che con Antonio Maxia – presidente del Gremio dei sardi – presenta “Senza scampo” con i personaggi maschili di Grazia Deledda. Sabato 3 ottobre, alle 11.30, il libro (“Fainas litterarias”) delle prediche in sardo di un sacerdote di Sinnai, monsignor Giuanni Cadeddu. Alle 17 sarà Gabriele Rubiu a parlare di “Sa strumpa” con la presentazione di un libro su una delle lotte più popolari in Sardegna. Si esibiranno i lottatori Pierpaolo Scudu, Renato Buttau, Mattia Casari, Luca Ignazio Casari, Davide Scudu e Sebastiano Brundu. Domenica alle 11.30 – sempre nel cortile della biblioteca Elsa Morante – presentazione del libro di Giacomo Mameli “Le ragazze sono partite” con letture e commenti di Paola Pau e Rita Melis.

Sabato pomeriggio per le strade di Ostia sfileranno dalle 17 i gruppi folcloristici “Silvana Coni” di Perdasdefogu con i gruppi “Cuccuru ‘e janas” di Siniscola e “Santa Maria Bambina” di Nule. Sul palco si esibirà la cantante Morgana Brais. Chiuderà la rassegna un intervento della consigliera del Comune di Roma Gemma Azuni (originaria di Olzai). Le giornata sarde sono diventate un classico dell’autunno di Ostia dove i sardi residenti sono oltre tremila e tutti integrati nella popolosa frazione della Capitale.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *