cina3aSi rafforza e concretizza la collaborazione tra la Legacoop Sardegna e Cina nel settore dell’agroalimentare. E nell’esportazione deI prodotti locali e regionali.  Proprio nell’ambito di questo programma di interventi questo una delegazione cinese, ha incontrato assieme ai dirigenti della Legacoop Sardegna i rappresentanti dello stabilimento Tre A Arborea. L’iniziativa fa parte del programma di interscambi e collaborazione internazionale promosso da Legacoop con l’associazione China to Sardinia che ha visto in Sardegna la delegazione orientale visitare anche la Cantina sociale di Oliena. “Questa iniziativa – spiega Claudio Atzori, presidente di Legacoop Sardegna – rientra nel programma di interventi promossi da Legacoop  che prevede valorizzazione del settore agroalimentare nell’export”. A visitare lo stabilimento  di Arborea la delegazione composta da un rappresentante della Camera di Commercio italo cinese, due della Air China, dieci operatori e giornalisti della Televisione di Stato cinesi, rappresentanti di Tour operator, due responsabili della Bank of China, uno dell’Industrial Commercial Bank of China, uno della Construction Bank of China, un rappresentante della Huawey cellulari, rappresentanti della Chinatoitaly, Huawei e Barberio Corporation.
Nel corso dell’incontro con la delegazione orientale Francesco Casula, direttore generale della Tre A ha spiegato che l’azienda, che occupa trecento persone, ha come obiettivo quello di ‘migliorare e produrre latte in maniera sostenibile per allevatori e dipendenti e consumatori’. Da tempo la Legacoop Sardegna ha deciso di puntare sull’export in oriente. Ed è proprio in quest’ambito più complessivo che rientra anche l’appuntamento di oggi. “L’iniziativa odierna rafforza ulteriormente l’idea della cooperazione come momento aggregante con grosse potenzialità di sviluppo soprattutto nei mercati esteri – ha spiegato Daniele Caddeo, direttore generale Legacoop – . La Tre A può essere nel comparto agroalimentare sardo quell’esempio di aggregazione e di sviluppo che deve animare gli altri settori produttivi dell’agroalimentare”.
A incontrare i rappresentanti della delegazione anche l’assessore regionale all’Agricoltura Elisabetta Falchi.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *