Maurizio Carta, Londra.

Mette le mani avanti il governo inglese, sulla possibilità di raggiungere un accordo con Bruxelles atteso prima di Natale. Sull’agenda la rinegoziazione delle condizioni del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea. Il prossimo incontro, forse decisivo, con gli altri Paesi membri è atteso per febbraio. Dopo tale data, la strada per il referendum dovrebbe essere in discesa. Sarà giugno, con tutta probabilità, il mese dove alle urne gli elettori dovranno esprimersi su quale sia la  loro volontà:  continuare a essere membri della Ue o abbandonare i trattati. Le negoziazioni vanno comunque avanti, con David Cameron che singolarmente sta incontrando quasi tutti i premier europei. Prossimo appuntamento in Bulgaria. Il premier è apertamente a favore della permanenza, limando comunque determinate condizioni quali le politiche di welfare. Angela Merkel, la cancelliera tedesca, con un comunicato stampa fa sapere che ogni sforzo sarà messo in atto al fine di venire incontro alle richieste britanniche, in ottemperanza al rispetto dei trattati.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *