Ci sono anche due sardi fra i dottori di ricerca in Storia moderna e contemporanea fra i vincitori della 19.ma edizione del prenio Giovanni Spadolini-Nuova Antologia: sono Andrea Corda, che ha discusso la sua tesi nel 2015, e Giulia Medas, addottorata nel 2014 entrambi dell’università di Cagliari. Giovedì 17 dicembre a Firenze, nella sala del Gonfalone della Regione Toscana, si terranno le premiazioni . Saranno premiate tesi di laurea e di dottorato discusse nei tre anni antecedenti al 20 maggio 2015, con un tema attinente alla Storia politica e culturale dell’Italia contemporanea (‘800-‘900). Sarà presente il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani. Gli altri riconoscimenti saranno assegnati a Giorgio Lucaroni, Gianluigi di Giangirolamo, Ignazio Veca, Salvatore La Lota di Blasi.

Andrea Corda, allievo della professoressa Laura Pisano (docente di Storia del giornalismo dell’università di Cagliari), è fresco vincitore anche di un altro premio, stavolta bandito dal Centro Studi sul giornalismo Gino Pestelli di Torino. Corda si è aggiudicato entrambi i premi (Spadolini e Pestelli) per la sua tesi intitolata: “Il giornalismo in Sardegna dall’istituzione della Regione autonoma ai giorni nostri, tra conservazione e innovazione”.

Giulia Medas ha discusso la tesi “¿Quiénes fueron los voluntarios? Identità, motivazioni, linguaggi e vissuto quotidiano dei volontari italiani nella guerra civile spagnola”. tutor: Francesco Atzeni e Ismael Saz Campos.

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *