Non solo in Italia, alla luce delle recenti dichiarazioni del presidente dell’Inps Tito Boeri, si lavorerà al limite delle forze.

Il Financial Times rivela che non tarderà ad arrivare l’annuncio, presumibilmente fra qualche settimana, da parte del governo inglese sulla ridefinizione e l’innalzamento dell’età pensionabile, attualmente prevista per i 65 anni per gli uomini e ugualmente per le donne a partire dal 2016. Il salto più importante avverrà  nel prossimo ventennio, quando nel biennio 2018/2020 sia innalzerà a 66 anni. Dal 2028 saranno invece i 67 anni il traguardo da raggiungere, con 68 nel 2030 e 69 dal 2040.

Già nel 2013 il Cancelliere dello scacchiere George Osborne, (ministro delle Finanze) aveva annunciato che delle modifiche sarebbero state apportate al sistema pensionistico, in virtù del fatto che allungandosi l’aspettativa di vita, si vive circa per un terzo ricevendo la pensione.

I ministri di turno hanno comunque sempre garantito che, chi sarà coinvolto dai cambiamenti delle regole, riceverà un preavviso di almeno dieci anni.

 

Posted by Redazione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *