Alla presenza del rettore, della dirigenza dell’Azienda ospedaliera universitaria, dei direttori dei tre Dipartimenti medici, sarà inaugurata sabato 16 gennaio l’Unità operativa di Neuropsichiatria infantile, ubicata in Viale San Pietro. Il reparto – che si estende su una superficie di 850 metri quadrati suddivisi in un’area di degenza e una destinata all’attività ambulatoriale con tre studi di neurofisiologia per esami quali Eeg, Eng – è una struttura complessa finalizzata alla diagnosi e alla cura delle patologie neurologiche e psichiatriche acute e/o di elevata complessità che insorgono in età evolutiva (entro i 18 anni). Si tratta di un passo avanti importante nell’assetto delle strutture assistenziali della Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, che dovrà avere una ricaduta positiva nell’assistenza sanitaria a favore delle donne e dei bambini, grazie anche al lavoro d’èquipe che, in quest’ambito, ha un ruolo chiave nell’affrontare – superando le ottiche parziali delle diverse professionalità – la complessità della situazione clinica durante l’età evolutiva.

Diretto dal neurologo Stefano Sotgiu, il reparto sarà intitolato al professor Camillo Mastropaolo, luminosa figura di ‘maestro’ , studioso e ricercatore ( in numerosi ambiti di neuro psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza) , che sarà illustrata con relazioni sull’attività clinica e scientifica e memorie e ricordi di colleghi e allievi che hanno lavorato al suo fianco durante la lunga permanenza nell’istituto e nella clinica – prima assente in Sardegna – di cui ha posto le fondamenta nel 1972, avviando un’intensa attività clinica e di ricerca in un periodo in cui la psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia – dopo la ripresa del dopoguerra – stava conoscendo una rapida evoluzione. Impegnato a tutto campo nella ricerca, nell’assistenza e nell’impegno politico per lo sviluppo sanitario e civile, è ricordato nell’intera isola per la qualità e il livello dell’attività clinica specialistica, ambulatoriale e di degenza. Nominato professore emerito dopo il suo pensionamento, Camillo Mastropaolo, è stato assessore regionale della Sanità per circa un anno, con la prima giunta di sinistra-sardista presieduta da Mario Melis.

Dopo i saluti delle autorità accademiche, della dirigenza dell’Asl, del presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau e del sindaco di Sassari, Nicola Sanna, sarà Antonello Ganau, direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e sperimentale  a ricordare la figura di Mastropaolo : “C. Mastropaolo, Ricercatore e Maestro nella storia della neuropsichiatria infantile in Italia” , mentre il direttore del reparto ne illustrerà ‘L’importanza nel contesto della rete regionale ospedaliera’. Toccherà infine a colleghi e allievi (Giulio Rosati, Massimo Tondi, Maria Ruiu, Gigliola Serra) a illustrare momenti ed episodi della vita accademica, scientifica e professionale di Mastropaolo.

Posted by admin

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *